Allan Kardec

Per coloro che credono nessuna prova è necessaria, per coloro che non credono nessuna prova è sufficiente.


Quando finisce qualcosa...


Quando finisce qualcosa, che sia una vita, una relazione, un periodo di vita, siamo portati a metter l'accento sulla parola fine. Perché noi esseri umani siamo terrorizzati dalla morte più di qualsiasi altro animale. Così spesso reagiamo come i bruchi, per i quali la trasformazione è una tragedia, è la fine del mondo. Eppure neppure la morte potrebbe essere la fine definitiva, chi può dirlo? Invece l'uomo reagisce alla fine di qualcosa  come se fosse la fine e basta, la vive come un lutto. Ogni pagina che si gira ne fa leggere una nuova. Per noi esseri umani è molto difficile, siamo troppo legati alle nostre abitudini, anche quando sono insane e ci fanno male. Quanto meno ci adattiamo. Pronunciare la parola fine è per i più impossibile, non considerando che la morte del bruco è la nascita della farfalla. Temiamo troppo il futuro per poter girare pagina, con la paura che dietro quella pagina non vi sia che il nulla.

"Se riesci ad aiutare anche una sola anima a trovare se stessa. Se riesci a confortare anche una sola persona in lutto, allora avrai dato senso alla tua vita"   Silver Birch

Cos'è la Metafonia?


E' possibile comunicare con l'Aldilà?
La metafonia, è una tecnica di comunicazione transtrumentale, che grazie all'ausilio di apparecchiature radio, registratori, microfoni, può captare " Voci" provenienti da altre dimensioni. Una di queste è la psicofonia ambientale, un voce che appare dopo un rumore, un silenzio, o dal nulla. E' una tecnica facile da imparare, che come tutto, richiede pazienza e saggezza e intelligenza soprattutto. Per via della difficoltà di interpretazione di alcuni suoni. Bisogna sempre elaborare un lutto prima di cercare ogni forma di contatto. La metafonia, in generale, o la contrattistica con un medium, non è una soluzione al dolore permanente. E' un cerotto per l'anima o un pronto soccorso come lo amava definirla il grande ricercatore Riccardo di Napoli.

Sessione privata


Che cosa succede in una sessione privata?
Grazie alla canalizzazione ed attraverso la scrittura ispirata, chiedo al tuo caro di lasciare dei messaggi per te. Inoltre ti chiedo di inviarmi una sua foto attraverso una e-mail con il suo nome di battesimo e la sua data di nascita. Ed eventuali domande. 
Dopo aver fatto il contatto ti invio un file in pdf in allegato, dove ci sarà il contenuto del messaggio scritto che ho ricevuto.  Lavoro a distanza e non serve che tu sia presente durante la canalizzazione
Ti risponderò tramite e-mail, oppure una registrazione audio del messaggio ottenuto canalizzando con la scrittura ispirata.
Il tempo di attesa è di circa 18 giorni.
Se vuoi prenotare una sessione con me vai al modulo dei contatti ( nella parte sottostante la pagina web.)
oppure invia una mail a:   ass.sullealidellinfinito@gmail.com  oppure compilare il modulo sottostante per informazioni.
Scrivimi